Ieri – domenica 25 febbraio, giorno di chiusura della #MilanFashionWeek – sfidando il gelido vento che attraversava la città, abbiamo avuto il piacere di assistere al fashion show di Trussardi che presentava la collezione del prossimo autunno-inverno. Che dire su questa sfilata?

Da sempre heritage del noto marchio italiano, la famiglia nella sua più ampia concezione resta focale nello sviluppo delle nuove collezioni. Una famiglia non per forza tradizionale, piuttosto una vera e propria tribù unita da valori comuni come multi-culturalità e multi-etnicità. E in quale città italiana concetti come questi trovano la loro massima espressione? Milano, ovviamente. “Milano oggi è multiculturale, multietnica e postmoderna. In Trussardi guardiamo alle giovani generazioni che hanno una nuova idea di italianità.” – come afferma la stessa Gaia, direttore creativo del brand di famiglia. Famiglia che per l’appunto diviene più una gang, un gruppo di giovanissimi che restano ben saldi e fedeli alla tradizione italiana ma con un passo nel futuro: “una banda urbana di ragazzi e ragazze intrappolati tra tradizione e rivoluzioni contemporanee”, come si evince dal comunicato stampa rilasciato dal marchio.

E così assistiamo a una forte contaminazione di stili diversi che si fondono per dare vita a uno tutto nuovo e unico: il daywear diventa casual, l’artigianale tecnico e lo sportswear urban. Basti guardare agli abbinamenti proposti in passerella: la biker jacket si indossa con l’abitino in lurex, la maglia intarsiata con la pencil skirt e la giacca in nappa, di chiara ispirazione sportiva, è confortevole quanto una felpa. Un mix-and-match o un “pastiche”, come l’ha chiamato Gaia, senza per forza doversi preoccupare del mondo circostante o della solita coerenza richiesta all’interno di una collezione. D’altronde moda non fa necessariamente rima con coerenza, giusto?

Milano e il “Post-Milanesismo” sono il perfetto scenario per una collezione che parla ai giovani – milanesi e non – che amano trascorrere i weekend d’inverno in montagna, praticando sport all’aria aperta. “Sci, snowboard. L’ispirazione sportswear è forte nella collezione, insieme allo street style.”  Vere e proprie cartoline con cime innevate stampate su giacche a vento e casacche trapuntate, declinate in nuance pastello dell’azzurro e del rosa.

E voi? Vi sentite parte di questa nuova tribù?

Noi, personalmente, non vediamo l’ora di illustrare all’interno di deSwag anche questa nuova collezione firmata #Trussardi e renderla disponibile per il vostro armadio dei sogni!