Il venerdì più atteso dell’anno è arrivato! Siete pronte per scene di delirio stile I love shopping?

Dopo un mese di mail tartassanti di sconti del 15-20-25-30% da tutti i siti, è arrivato il momento di sfoderare le nostre capacità da cintura nera di shopping. Le più coraggiose saliranno sul campo di battaglia del Black Friday per sfidarsi a colpi di stile, ma chi non se la sente può approfittare degli sconti on-line. Insomma, non c’è scampo allo sconto!

Ma perché se questo venerdì porta tanta gioia e saldi inaspettati è chiamato negativamente BLACK FRIDAY? Le teorie negli anni si sono susseguite. La più storica e triste riguarda la Guerra Civile americana e la “svendita” delle persone di colore che servivano nelle case più benestanti. Oppure che venivano cambiati il giorno dopo la festa del Ringraziamento, ovvero il quarto venerdì del mese. Col tempo questa teoria è stata smentita, riportandone di nuove riguardanti il guadagno che questo prezioso giorno comporta ai commercianti. Una volta, sui libri di contabilità le entrate venivano segnate in nero e le perdite in rosso. Quindi si presuppone che il Black indichi le grandi entrate di quel giorno, che ormai inaugura lo shopping natalizio; superandone anche le cifre di dicembre.

Perché non contribuire all’economia del Paese? Certo per noi ragazze ogni scusa è buona per fare shopping, ma questa è un’iniziativa che ha riscosso successo in tutto il mondo. Con i suoi pro e i suoi contro: il traffico che si crea (altra coincidenza con i classici venerdì di sciopero milanesi) e gli episodi di violenza che hanno portato a delle spiacevoli conseguenze. Un po’ di black lo ha davvero questo friday, e anche un po’ di green se le spese folli che faremo ci lasceranno al verde!

Ad ogni modo ci pensa deSwag e realizzare i vostri sogni di shopping proibito, giocando e rigiocando prima o poi qualche sogno si avvera!

Pamela Romano

WRITE A COMMENT